• Il nostro presidente

  • Siamo In Diversi

  • Mensa

  • Ciclo-officina

  • Falegnameria

  • Internet Point

  • Scuola di Cucito

  • Guardaroba

Copyright 2019 - Caritas Diocesana - Via delle Cataratte, 13, 57122 Livorno, Tel. 0586-884693 - P.IVA. 92089340498

Progetto SPRAR

Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR), istituito dal Ministero dell'Interno Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione,  è un sistema di accoglienza costituito dalla rete degli Enti locali e le realtà del terzo settore che si occupano della gestione dei progetti di “accoglienza integrata” rivolti ai richiedenti ed ai titolari di protezione internazionale.

Il Comune di Livorno è l’Ente Gestore del progetto, mentre la Fondazione Caritas Livorno onlus è il relativo Ente Attuatore. L'ammissione al progetto è disposta e controllata dal Servizio Centrale di Roma, che invia direttamente all'Ente locale i nominativi dei beneficiari ospitati e stabilisce la durata dell'accoglienza stessa, la quale, in base alle necessità individuali della persona, può durare dai 6 ai 12 mesi. Il progetto, oltre a fornire vitto e alloggio, ha l'obiettivo di offrire misure di assistenza e di protezione al singolo beneficiario tramite attività che favoriscano il percorso di integrazione attraverso l’acquisizione di una ritrovata autonomia. 

Ogni ospite viene accompagnato e guidato nella conoscenza del territorio e nell'effettivo accesso ai servizi locali, fra i quali l'assistenza socio-sanitaria. E' garantito inoltre un accompagnamento legale sulla procedura per il riconoscimento della protezione internazionale e vengono attuati servizi volti all'inserimento socio-economico delle persone. Sono sviluppati, in particolare, percorsi formativi e di riqualificazione professionale per promuovere l'inserimento lavorativo, così come sono approntate misure per l'accesso alla casa. Inoltre sono previste attività per facilitare l'apprendimento dell'italiano e l'istruzione degli adulti.

La Fondazione Caritas Livorno accoglie 21 persone, tra richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. La scelta di realizzare un progetto di dimensioni medio-piccole è dettata dal fatto che in questo modo, l'attenzione alla singola persona ed alle sue necessità è massima; ogni ospite viene infatti accompagnato con un progetto personalizzato nel suo percorso di integrazione nel territorio livornese.

f t g m