• Il nostro presidente

  • Siamo In Diversi

  • Mensa

  • Ciclo-officina

  • Falegnameria

  • Internet Point

  • Scuola di Cucito

  • Guardaroba

Copyright 2017 - Caritas Diocesana - Via delle Cataratte, 13, 57122 Livorno, Tel. 0586-884693 - P.IVA. 92089340498

Clicca per aderire e aiutare i bambini di Casa Papa Francesco!

Dona il 5 x 1000 alla Caritas Diocesana di Livorno

Vuoi aiutare? Hai bisogno di aiuto?

AIUTIAMOLI: consegnate alla Caritas le donazioni dei cittadini

Stamani la Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci, intestataria del conto corrente AiutiamoLI promosso dai fratelli Giorgio e Claudio Chiellini per il tramite di Lamberto Giannini, ha consegnato nelle mani di suor Raffaella Spiezio, presidente della Fondazione Caritas Livorno, i primi due assegni.

Uno, pari a centocinquantunomilatrecento euro, raccoglie il frutto della generosità dei livornesi e delle livornesi che in queste settimane hanno deciso di dare il loro contributo e di testimoniare così la loro vicinanza alle persone colpite dall'alluvione del 10 settembre scorso. L'altro, di diecimila euro, è il contributo diretto della banca.

La cifra complessiva andrà a finanziare il progetto #ripartiLivorno, con cui la Fondazione Caritas è impegnata offrire accompagnamento e aiuto alle famiglie coinvolte nella calamità, offrendo loro prossimità e sostegno nel lungo e delicato cammino di ritorno alla normalità.

"Siamo riconoscenti ai fratelli Chiellini di questa iniziativa, prima di tutto per la fiducia che ci hanno dimostrato decidendo di affidare a noi la gestione delle risorse messe a disposizione dalla generosità di tante persone” dichiara suor Raffaella Spiezio, presidente della Fondazione Caritas Livorno. “Il ricavato di AiutiamoLI si aggiunge alle donazioni ricevute sul nostro Fondo di Solidarietà e al contributo della CEI, che ha messo a disposizione di Livorno una parte delle risorse accumulate con l’8xmille. Insieme finanziano il progetto #ripartiLivorno, con cui, passata la fase dell’emergenza, ci proponiamo di accompagnare e sostenere le famiglie alluvionate nel lungo e delicato cammino di ritorno alla normalità. Vogliamo dare testimonianza chiara e tangibile della presenza della Chiesa accanto a chi soffre e, allo stesso tempo, trasmettere speranza a chi sta vivendo un momento di grande sconforto. Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno voluto dare il loro piccolo ma preziosissimo contributo".

 

f t g m